L'ISTITUTO "MONACO" PREMIATO CON LA BANDIERA VERDE 2017

L'ISTITUTO “MONACO”  PREMIATO CON LA BANDIERA VERDE.

La prestigiosa Bandiera Verde della FEE  (Foundation for Environmental Education) sventola per la quinta volta consecutiva sulla facciata dell'Istituto Tecnico Industriale “A.Monaco” che si è confermato  "Eco School" per il 2017.

 PH1 

La manifestazione di consegna  della Bandiera  Verde, simbolo del rispetto della salute del pianeta, si è tenuta presso la sala del RIMUSEUM del CEDAM (Centro per l’Educazione e la Documentazione Ambientale) dell’Università della Calabria  il  15 dicembre 2017  , alla presenza del Presidente della FEE Italia  Dott. Prof. Claudio Mazza  , del Dott. Gianluca Bevacqua del Parco della Sila, dell’On. Giuseppe Graziano, consigliere regionale della Calabria, del dott. Giovanni Misasi, presidente dell’associazione scientifica  Biologi senza frontiere e della Dott. ssa Vittoria Carnevale responsabile del Rimuseum.

 PH2

"Eco School" è un progetto internazionale che intende promuovere la cultura ecologica attraverso la combinazione di teoria e pratica  per la diminuzione dell'impatto ambientale della comunità scolastica nel suo insieme e per la diffusione di buone pratiche anche tra le famiglie, le autorità locali e i diversi rappresentanti della società civile.

 L'impegno e la sensibilità degli alunni dell’istituto, guidati da un gruppo di docenti e  dalle referenti Prof.sse Aiello Loriana e Barbieri Anna, con il plauso  del Dirigente Scolastico dott. Giancarlo Florio, hanno meritato l'attenzione della FEE.

 PH3

PH4

 

Il nostro istituto già da tempo ha orientato la gestione dei propri edifici e la didattica ai principi della sostenibilità anche con attività trasversali con saldi legami tra scuola e territorio.

 La bandiera verde è  quindi  il  riconoscimento dell'impegno dell’istituto a favore dell'ambiente  e dell'applicazione delle politiche ambientali alla gestione quotidiana della scuola.

Le tematiche affrontate, con il relativo  piano d’azione deciso dall’eco comitato, dopo un’attenta indagine ambientale della scuola sono state:

1. Rifiuti , raccolta differenziata e riuso: i ragazzi hanno periodicamente pesato i rifiuti e sensibilizzato i coetanei  non solo ad  una corretta differenziata quanto ad una diminuzione degli stessi. Hanno, poi, realizzato una lampada da muro , un manifesto ed un’intervista al Prof. Chidichimo, ordinario di Chimica presso l’UNICAL, relativamente al riuso della plastica.

2. Uso razionale dell'energia: gli studenti hanno realizzato un blog in cui articoli  e curiosità sull’energia,  sono stati  condivisi in modo social. Si sono cimentati  nel calcolo  del risparmio energetico della propria classe e hanno visitato la centrale idroelettrica del MUCONE.

3.  Recupero di spazi verdi : sono state ripulite le aiuole infestate dalle  erbacce , costruite delle  fioriere utilizzando i pallet  per affermare il “senso d’appartenenza” al luogo istituzionale.

4. Ambiente :gli studenti hanno preparato dei saponi in modo tradizionale e artigianale ,aromatizzati con oli essenziali precedentemente estratti da fiori ,piante e agrumi.

 Il ricavato della vendita  di tali prodotti è stato devoluto a Telethon per finanziare la ricerca sulle malattie rare a conferma dell’impegno  sociale del nostro istituto . E per meglio conoscere l’ambiente marino ,i ragazzi hanno  partecipato al Seminario  su “Conoscere gli squali per proteggere il  mare”  tenuto  presso il RIMUSEUM  di  Rende  dal Prof .E. Sperone uno dei maggiori esperti mondiali  nel campo.

5. Alimentazione: Gli studenti hanno realizzato un blog, “SPRECONTRO” nel quale con le altre scuole hanno condiviso :spazi virtuali,  obiettivi, tecniche, conoscenze, applicazioni per vincere lo spreco alimentare seguendo lo slogan “combattere lo spreco con un click “.Inoltre i ragazzi hanno  realizzato  una APP che mette in contatto   associazioni e  imprese commerciali di beni alimentari per la raccolta e distribuzione di cibo in scadenza. Tale Applicazione è stata sperimentata con successo durante la Fiera di San Giuseppe .I volontari di ANTEAS  hanno  potuto così raccogliere e distribuire cibo agli ambulati ottimizzando tempo e risorse.

6. Mobilità sostenibile: Partendo dallo studio attento del territorio ,gli studenti hanno tracciato una mappa della viabilità, proponendo  interventi di natura strutturale  e culturale .

Le "Linee di Indirizzo”   sono state :

sviluppare nuove  infrastrutture

potenziare il servizio ferroviario

facilitare e sostenere la ciclabilità

razionalizzare l’impiego del trasporto pubblico e dei veicoli a motore(  sistemi di sharing e  soluzioni smart)

rendere efficiente il sistema della sosta

superare le barriere e rendere la città più accessibile per tutti

educare il cittadino e le istituzioni addette ai controlli verso una maggiore consapevolezza  su regole e sicurezza stradale.

PH5

 Nel corso della manifestazione le scuole presenti hanno esposto il proprio impegno per l'ambiente espresso sotto forma di decalogo che è stato condiviso con la platea dei presenti.

PH6

Gli alunni del “Monaco” hanno dichiarato il loro impegno con queste parole:

“Si dice che il minimo battito di ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall'altra parte del mondo.

Noi dell' I.T.I. Monaco pensiamo che ogni nostra azione, in apparenza insignificante può avere effetti inaspettati. Si possono innescare processi a catena dall'esito sorprendente; non dimentichiamo che i nostri consumi, le nostre abitudini provocano un impatto ambientale visibile e misurabile su tutto il pianeta.

Noi dobbiamo essere riconoscenti a tutti quegli esseri che hanno reso il nostro pianeta cosi com'è, abitabile, adatto all'uomo, dobbiamo essere grati a tutti gli organismi dalle alghe agli alberi, dai batteri ai pachidermi.

Ed ora che siamo diventati gli esseri dominanti dobbiamo ricordare sempre di: 

1. chiudere i rubinetti per non sprecare l'acqua;

 2. non si deve sprecare la carta cercando se possibile di riutilizzarla;

3. chiudere tutti gli apparecchi elettronici quando non si usano;

4.  ricordare di spegnere la luce quando è non necessaria;

5.  fare la raccolta differenziata in modo appropriato;

6. sensibilizzare i colleghi e i compagni poco rispettosi;

7. premiare studenti e personale più sensibile ai comportamenti ambientalisti.

8. prendersi cura dei materiali della scuola;

 9. seguire le procedure corrette per lo smaltimento di rifiuti speciali

10.  diffondere le buone pratiche dell'istituto.”

 

 

 

 

Cerca

Calendario eventi

Ottobre 2018
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4

Ultimi eventi

Nessun evento

Accesso riservato



albo

amministrazione trasparente

logo-re-home

poncompleto

Test Center ECDL
small mde
LogoRJACAL
Logo alternanza
logo-erasmus-plus
logo-its-monaco

Giornalino Online

giornalino-monaco

Azioni di supporto F3

logo-crescere-in-coesione

Progetto eTwinning

eTwinning

Questo sito utilizza cookie di tipo tecnico, per cui le informazioni raccolte non saranno utilizzate per finalità commerciali nè comunicate a terze parti. Per approfondimenti visualizza la nostra cookie policy

Nascondi questo messaggio
Cookie Policy